online web builder

Shinya Masuda
Hanafuda Shouzoku

Una delicata meditazione di still life sul credo buddista che tutto si trasforma e rapidamente svanisce...ricchezza compresa.
Un giorno, involontariamente ho rovinato una scatola di frutti e verdure che mia madre aveva spedito dalla mia città natale, senza neanche tirarli fuori dalla scatola. Fissai le verdure che si trovavano nella scatola, ora divenuta la loro bara. La vista mi addolorava, ma al tempo stesso mi ricordava la frase della mia defunta nonna a proposito del suo animale domestico, "tutte le cose devono passare".
Una volta trascorso il loro tempo in questo mondo, ogni vita perde la sua forma. È la Natura. Pur riconoscendo quella provvidenza, ho anche desiderato ardentemente catturare i residui dell’amore che mia madre deve aver inviato insieme a quegli oggetti. Il valore delle verdure come roba da mangiare potrà anche essersi perso, ma un pezzo del cuore di mia madre deve essere sopravvissuto. Prima ancora che fosse svanito, volevo imbalsamare quegli alimenti marci per un addio dignitoso .
Ho scelto Hanafuda come progetto per l’estrema unzione.
Hanafuda, o carte fiorite, è un tradizionale gioco di carte giapponese composto da un mazzo di 48 carte, divise in 12 semi di 4 carte ciascuno. Ogni seme rappresenta un mese dell'anno con un fiore o una pianta di quel mese. Nella maggior parte dei semi, due delle carte mostrano una versione semplice del fiore o della pianta, mentre uno di essi nella maggior parte dei semi, insieme al fiore raffigura un tanzaku, o “nastro di poesia”. La carta superiore presenta il fiore insieme a un animale, un uccello o la luna.
La combinazione di carte "un drink sopra i fiori di ciliegio" esprime in qualche modo il patrimonio giapponese, godere della particolare bellezza effimera di quel mese o quella stagione.
La nonna che mi ha insegnato il concetto di impermanenza mi ha insegnato anche a giocare a Hanafuda.
Il cibo mandatomi da mia madre, dipartirà con i motivi delle carte Hanafuda, con le quali giocavo insieme alla mia nonna scomparsa. Resto in questo mondo per catturare il momento in cui l'amore di mia madre si trasformerà da "una questione d'amore" a "un atto d'amore".

Shinya Masuda

Shinya Masuda è nato nel 1965 a Nagoya, in Giappone.
Si è laureato alla Nagano Art and Design School in Visual Communication Design.
Originariamente attivo come chef, si è formato con il famoso fotografo HASHi, ed ora lavora come fotografo professionista a Tokyo.
Attualmente sta lavorando a nuove immagini, raffiguranti gli animali, da includere nel progetto in corso d’opera HANAFUDA SHOUZOKU 

PALAZZO TRINCI

Orario di apertura
dal martedi alla domenica: ore 10.00/13.00 -15.00/19.00
chiuso il lunedi
Apertura Straordinaria
Venerdi 12 ore 21,00
ingresso gratuito