easy html website generator software

I CONCERTI
UMBRIAWORLDFEST
2017

unione tra musica e fotografia

di Piter Foglietta
Direttore Artistico UWF Musica

L'unione tra musica e fotografia in questa edizione avverrà per contatto fisico: due solisti d'eccezione si esibiranno nelle sale di Palazzo Trinci tra le installazioni delle mostre, un connubio cardine di UWF.

Un tema, quello della post verità, che se applicato alla genealogia delle tradizioni musicali si ritrova oggi, con la liquida diffusione della musica, nella difficile distinzione di appartenenze geografiche e di generi.

Siamo oggi di fronte ad una continua ed ininterrotta confluenza e fusione, che rendono un suono ormai universalmente proprio di qualunque luogo e di nessuno. 

Ci muoviamo in questo line-up tra le radici blues e sahariane con cui Basile, in dialetto siciliano, ci racconta la sua Catania e i sorprendenti intrecci tra le risonanze più classiche della musica araba e quelle più moderne della musica occidentale di Babylon Beat Project alias Nabil Bey (voce e autore dei Radiodevrish).

Una con-fusione che con-fonde luoghi e identità sviluppando una nuova geografia musicale sempre diversa da se stessa.

BABYLON BEAT PROJECT

L'inaugurazione delle mostre sonore sarà affidata a Dj Bey BABYLON BEAT PROJECT, un percorso di suoni E vibrazioni che crea degli incredibili paesaggi musicali e dei sorprendenti intrecci, unendo anche ritmi e melodie dal nuovo panorama della musica araba Pop, Dance, Underground, Indie, Tecno e Hip Hop che anima i Dancing Club mediorientali. Un connubio inedito di suoni e fusioni musicali che parte da un oriente che ha varcato sempre le porte del Mediterraneo, sia in senso reale che letterario, per fecondare l’immaginario occidentale e farsi fecondare a sua volta da quest’ultimo, generando paesaggi poetici, letterari, mitologici e musicali dai marcati sapori mediterranei, che accompagnano da millenni la storia dell’umanità.

PALAZZO TRINCI
VENERDI 13 OTTOBRE 2017 - ORE 21,00
ingresso libero

U fujutu su nesci chi fa

Il secondo autore ospite sarà Cesare Basile. Il suono del suo disco "u fujutu su nesci chi fa" marca un fluire musicale totalmente inedito: è un mantra mediterraneo fatto di blues e di musica africana, di brani ipnotici spesso basati su uno solo accordo, di polifonie vocali e di controcanti femminili, di ossessive poliritmie percussive.
"U Fujutu" è il matto dei tarocchi siciliani. Al centro dell’immagine ritratta in copertina, oppure evocato nel titolo dell’album, come una presenza per nulla oscura, fissa al centro dell’eterna lotta tra il bene e il male. Un archetipo di memoria, di tradizione arcaica, un richiamo controcorrente in tempi di razionalità obbligatoria. Per Cesare Basile, U Fujutu è un cerchio che rimane aperto, la carta da estrarre per tornare a parlare della Sicilia e della sua Catania.

PALAZZO TRINCI
SABATO 14 OTTOBRE 2017 - ORE 21,00
ingresso libero

condividi questa pagina